LimaCorporate

Lima Italy

Siamo Lima Italy, parte della Famiglia LimaCorporate, un’azienda ortopedica globale focalizzata sull’innovazione digitale dell’ortopedia.

Lima Italy image

Ci impegniamo ogni giorno, con passione e velocità, a restituire alle persone l’emozione del movimento, the eMotion of Motion. Mettiamo a disposizione dei chirurghi soluzioni tecnologiche ortopediche innovative, affiancandoli nel percorso di riconquista del benessere dei pazienti. Il nostro team sfida continuamente lo status quo, ispirando cambiamento.

Lima Italy Lima Italy nasce nel 2011 come parte della famiglia LimaCorporate ed ha sede ad Assago (Milano).
Lima Italy è conosciuta nel mercato italiano dell’ortopedia non solo come un’azienda leader nel segmento della Spalla, ma anche come una delle principali protagoniste del settore delle grandi articolazioni, nonché una new entry nel panorama traumatologico.

La nostra Voce

La nostra Voce image
15 Gen_2021

La nostra voce

Ricominciare a muoversi è una delle più grandi gioie che una persona possa provare. 

Per questo, in tutto ciò che facciamo, siamo motivati dal più grande desiderio: restituire l’emozione del movimento, the eMotion of Motion.


Incontra il Team Lima

Federico
Lattuada
Raffaella
Corbari
Tamara
Moretti
Silvia
Paccagna
Corrado
Villa
Ivan
Pellegrino
Chiara
Barbacini

Lima Italy si racconta attraverso le parole di Federico Lattuada, General Manager Italy & Iberia

LimaCorporate restituisce l’emozione del movimento, l’eMotion of Motion in più di 43 paesi nel mondo. Qual è la sua esperienza nel guidare il Team italiano?

La guida del Team italiano è per me motivo di grande orgoglio. Ho la fortuna e il privilegio di lavorare con professionisti formidabili in un mercato, l’Italia, ove LimaCorporate ha una posizione di forte leadership e una riconosciuta reputazione. Inoltre, lavorare con i Chirurghi italiani ci consente di essere sempre al passo o in anticipo sui tempi delle più significative innovazioni del settore a livello mondiale. Questa pluridecennale e continua collaborazione Azienda-Chirurghi ci ha consentito di diventare l’Azienda che siamo.

In un settore così dinamico, sono molte le sfide quotidiane da affrontare. Quale secondo lei la principale caratteristica che il Team italiano dimostra di possedere?

Penso che il nostro “know-how”, la nostra rete commerciale, la priorità data con passione alla cura dei nostri Clienti e la capacità di fare funzionare tutto questo velocemente e in sincrono siano le vere peculiarità del Nostro Team.

Il perché di LimaCorporate si sintetizza nell’affermazione “restore the eMOTION of MOTION”. Per il Team italiano, come si traduce concretamente questo impegno?

Tutti i giorni proviamo a trasformare tutto questo in realtà per i pazienti. Pazienti che aiutiamo nella riconquista della loro mobilità. È un grande, costante sforzo ma viene gratificato con incredibili soddisfazioni! 

Lima Italy si racconta attraverso le parole di Raffaella Corbari, Training & Education Manager Southern Europe

Quando e come hai iniziato la tua carriera in LimaCorporate?
Qual è la tua esperienza personale?

Ho iniziato ad occuparmi di ortopedia fin dagli ultimi anni dell’università dedicandomi ad una tesi sull’usura del polietilene per protesi d’anca. Argomento che in quegli anni era di grande interesse ed attualità. Dopo quasi 20’anni di esperienza in aziende leader del settore ortopedico e protesico in Italia, dove mi sono occupata di Marketing per la maggior parte del tempo, nel 2015 sono arrivata in LimaCorporate grazie all’acquisizione della protesi monocompartimentale ed alla mia esperienza maturata in ambito di protesica di ginocchio.

Di cosa ti occupi in LimaCorporate?

Attualmente per l’area Southern Europe - ovvero Italia, Spagna e Portogallo - sono responsabile sia dell’organizzazione e del supporto alla formazione della forza vendite sia della gestione dei contratti per i consulenti che ci supportano nella formazione. Essendo basata in Italia collaboro con il Team Marketing Italy per la gestione dei congressi e degli eventi italiani.

Qual è secondo te la realtà del settore ortopedico e quali sono i punti di forza di LimaCorporate nello scenario italiano attuale?

LimaCorporate, in Italia, si pone tra le aziende leader del settore. Cosa assai rara nel nostro settore, è un’azienda completamente italiana che, in continua crescita anche a livello mondiale, rimane con un’anima italiana. È un’azienda che mette al centro il paziente e lavora per soddisfarne le esigenze. Si distingue per alcune tecnologie all’avanguardia (TT), per l’elevata qualità degli impianti e per dipendenti e collaboratori con esperienza e professionalità.

Quali sono a tuo parere i trend tecnologici per questo particolare settore?

Navigazione e robotica ma ancora di più il trend è la personalizzazione dell’impianto. Una protesi che è sempre più “su misura” e da cui derivano sistemi di pianificazione, sistemi di navigazione per guidare l’impianto, produzione di soluzioni uniche che rispondono alle specifiche necessità di ogni paziente. 

Quale consiglio daresti a chi vuole lavorare nel mondo dell’ortopedia e nello specifico in LimaCorporate?

Non nascondo che a mio avviso, oggi, il mondo dell’ortopedia in Italia presenti molte sfide quotidiane, quelle di un mondo commerciale che si evolve rapidamente, ricco di cambiamenti ed esigente in termini di capacità di adattamento. Unirsi a LimaCorporate significa entrare in un mondo giovane ma con una storia consolidata, capace di offrire sostegno nell’accogliere tali sfide e motivare fortemente verso le vittorie. Per me, sentire di contribuire alla restituzione della gioia che deriva dal movimento ritrovato è la vittoria più grande, che ripaga l’impegno di ogni giorno!

Lima Italy si racconta attraverso le parole di Tamara Moretti, Knee Product Manager

Quando e come hai iniziato la tua carriera in LimaCorporate?
Qual è la tua esperienza personale?

Lavorare nel settore medicale, e più precisamente in quello ortopedico, rappresenta per me il naturale risultato di una profonda, personale passione verso la medicina e la chirurgia. Dopo la laurea in Ingegneria Biomedica indirizzata alla biomeccanica e alle protesi artificiali ho mosso i primi passi nel settore occupandomi di noleggio di attrezzatture medicali. L’incontro con LimaCorporate nel 2015 e l’inizio del mio percorso professionale nel Marketing in veste di Product Manager per la Fixation hanno coronato il mio sogno e dato avvio ad un periodo di grande crescita personale e professionale nel ruolo.

Qual è il tuo ruolo in Lima Italy?
Quali sono gli elementi che ritieni più importanti nel tuo lavoro?

Dal 2019 ricopro con soddisfazione in Lima Italy il ruolo di Product Manager per la linea ginocchio. Ritengo che l’approfondita conoscenza del prodotto e una costante analisi del mercato nelle sue rapide trasformazioni siano il fondamento di un’efficace risposta alle differenti esigenze dei Chirurghi e di un lavoro sinergico con la Forza Vendita.
Accanto alla competenza, penso siano molte le capacità da mettere in campo in questo lavoro: la proattività, uno spirito innovativo e creativo, il saper rischiare, la voglia di migliorare, il saper prevenire situazioni di criticità, la capacità di previsione e di gestione degli imprevisti. Credo per esperienza che l’empatia con i Chirurghi e i Colleghi siano garanzia di continuità nella relazione e generino nel tempo fiducia nella collaborazione professionale.

Qual è la sfida più stimolante nel lavorare in un mercato così dinamico e innovativo come quello ortopedico?

Operiamo in un mercato estremamente sfidante e competitivo, soggetto a continui e repentini cambiamenti, è una realtà, e non ci si annoia mai! Lo stimolo più grande è quello di posizionarsi sempre un passo avanti rispetto alle evoluzioni e a quanto il mercato propone. In questo contesto, ci impegniamo ogni giorno nell’offrire una risposta sempre innovativa e tempestiva condividendo una visione pioneristica, proponendo l’eccellenza del nostro prodotto supportati da una forte eredità culturale. Non offriamo solo un prodotto ma un’esperienza personalizzata in base alle esigenze del chirurgo e del singolo paziente, abbiamo una storia caratterizzata dal “design” italiano e dalla ricerca della precisione e della qualità. Tutto questo gioca un ruolo cruciale.​ ​

Che cosa ti rende più orgogliosa di lavorare nel Team Lima Italy?

È un orgoglio per me dire di poter lavorare nel Team italiano. È un bellissimo Team. Mi sento completamente a mio agio e sento di poter trarre il meglio dallo scambio con le persone con cui collaboro quotidianamente. La preparazione e la competenza che ciascun membro del Team trasmette mi permettono di migliorare costantemente, non solo professionalmente ma anche a livello personale.

Cosa significa per te “restituire l’emozione del movimento, the eMotion of Motion"?

Sappiamo cosa significhi ad esempio non riuscire più a camminare e non riuscire più a fare ciò che piace. Ogni volta che esco dalla sala operatoria, ogni volta che sento un paziente ringraziare il suo chirurgo, penso abbiamo contribuito ad un ritorno alla vita, sollevando una persona dal dolore e permettendo il recupero non solo della libertà ma anche della gioia del movimento. È questa l’emozione che il mio lavoro mi regala, e mi riempie il cuore!

Lima Italy si racconta attraverso le parole di Silvia Paccagna, Regional Sales Manager

Quando e come hai iniziato la tua carriera in LimaCorporate?
Qual è la tua esperienza personale?

Il mio percorso in LimaCorporate inizia nel mese di gennaio del 2017, con un progetto internazionale all’interno dell’area Commercial Excellence, nel ruolo di Commercial Excellence & Sales Training Manager. Ho conseguito un dottorato di ricerca in biotecnologie industriali presso l’Università degli Studi di Milano-Bicocca svolto presso un’azienda privata nel settore farmaceutico. Maturata questa esperienza, ho aperto un capitolo completamente nuovo, quello del mondo commerciale dell’ortopedia in Italia, in cui continuo ad operare da oltre quindici anni. Entrare nel 2017 a diretto contatto con il contesto internazionale di LimaCorporate e far parte di una delle fasi di ristrutturazione aziendale mi hanno regalato una prospettiva nuova e trasversale, che spazia dalla conoscenza del prodotto e degli aspetti prettamente tecnici, fino allo sviluppo del business. È un bagaglio professionale che ricordo come un’opportunità e una testimonianza di grande apertura da parte dell’Azienda nei miei confronti.

Qual è il tuo ruolo in Lima Italy?
Quali sono gli aspetti caratterizzanti il tuo ruolo professionale e i fattori di maggiore rilevanza nello sviluppo della tua carriera?

In Lima Italy mi occupo della gestione degli Agenti e dei Clienti nell’area di competenza, in una tridimensionalità in cui la vendita si delinea come cornice tra il mondo del cliente, il servizio offerto dall’azienda e la raccolta delle sempre crescenti esigenze di mercato.
È un mondo dinamico, sfaccettato, con alcuni comuni denominatori: innanzitutto la comprensione dell’altro, una forte connotazione personale e un alto livello di servizio, caratteristica propria del settore in cui operiamo. Il ruolo si caratterizza per una competenza a tutto tondo: le gare d’appalto, le attività collegate alla logistica, il budget, lo sviluppo del business, la conoscenza del prodotto e, a livello più ampio, le differenti dinamiche aziendali. Perseveranza e costanza nel migliorarsi e nell’apprendere sono a mio avviso elementi chiave. Mai arrendersi e mai avere paura, e restare tenaci e resilienti nel perseguimento degli obiettivi. Operiamo attuando spontaneamente un approccio interconnesso, internamente come esternamente. Internamente, la dimensione aziendale permette tra i Collaboratori un approccio integrato, in cui carattere e professionalità si fondono, nella comprensione della persona nel suo insieme, a supporto dello sviluppo del potenziale professionale. La medesima connessione avviene esternamente, con i nostri Clienti. Viviamo la realtà degli Agenti e del territorio per cogliere le opportunità e trasformarle in servizio al Cliente.

Quanto rilevante ritieni essere lo sviluppo dell’aspetto formativo nella tua professione?

È una formazione sul campo, basata ad ampio spettro sull’esperienza quotidiana, gli errori, la curiosità, e la volontà personale. Uno studio costante e una formazione in itinere in cui ogni giorno di lavoro accanto al Cliente e agli Agenti è occasione di approfondimento. Accanto a questo, la nostra azienda dimostra concreta attenzione al tema formativo offrendo corsi che definirei non solo utili ma anche fondamentali per il completamento dell’esperienza.

Secondo te com’è cambiato il settore ortopedico negli anni e quali sono i punti di forza di LimaCorporate nello scenario italiano attuale?

Sento di poter definire il panorama ortopedico “sfidante”. In Italia quello ortopedico è un mercato in crescita, e la vera sfida è quella di adeguare risorse e richieste alle esigenze del mercato, mantenendo standard qualitativi e di servizio proporzionati.
Un altro importante elemento di cambiamento è la digitalizzazione del settore, di cui oggi è evidente l’esigenza, un elemento di attenzione per il mercato ortopedico. Penso stiamo percorrendo un cammino di comprensione del valore che la digitalizzazione porta con sé.
LimaCorporate ha uno spirito italiano nell’internazionalità aziendale, è percepita “smart”, vicina e alla portata del Chirurgo, pur mantenendo uno standard qualitativo alto, apprezzato e all’unanimità riconosciuto dai nostri Clienti, un valore che ci consente di fare la differenza in un settore caratterizzato da così tanti cambiamenti.

Quale consiglio daresti a chi vuole lavorare in ambito commerciale nel mondo dell’ortopedia e nello specifico in LimaCorporate? 

L’asso nella manica di chi vuole intraprendere questo percorso è per me, senza dubbio, la creatività. Essere sempre pronti a sfidare lo status quo e trovare soluzioni alternative ai problemi, soprattutto in LimaCorporate, che offre ampio spazio e assorbe la creatività come nota vincente.


Lima Italy si racconta attraverso le parole di Corrado Villa, Extremities Product Manager

Quando e come hai iniziato la tua carriera in LimaCorporate?
Qual è la tua esperienza personale?

Il mio ingresso nel mondo medicale è avvenuto nel settore dell’ortopedia, dove ho cominciato a lavorare nel 1996 in veste di Agente, operando per circa tre anni in un differente contesto aziendale. Agli inizi del ’99 sono entrato in LimaCorporate. La mia esperienza in Lima è cominciata come Product Specialist. In quel momento Lima era un’azienda di ridotte dimensioni con visibilità limitata, ed ero l’unico Product Specialist sull’intero territorio italiano a supporto di tutti i segmenti. Ho quindi assunto il ruolo di Area Manager Nord-Ovest, ruolo che ho ricoperto per circa tre anni, e dalla nascita di Lima Italy sono diventato Product Manager per il segmento Extremities.

Qual è il tuo ruolo in Lima Italy?
Quali sono gli elementi che ritieni più importanti nel tuo lavoro?

Da circa dieci anni ricopro il ruolo di Product Manager per le Extremities. Mi occupo principalmente della protesica di spalla, ma naturalmente come “arto superiore” ho avuto anche modo di seguire parzialmente la linea Fixation e la protesi di gomito, da quando è stata implementata nel portafoglio prodotti. La protesica di spalla di LimaCorporate vanta una lunga tradizione e sono orgoglioso di aver contribuito alla sua crescita sin dagli inizi.
Il focus del mio lavoro è, naturalmente, promuovere al meglio il prodotto. Però, anche a causa delle mie origini come agente, ho sempre cercato di focalizzarmi molto sulla relazione con i clienti. Inoltre, è ormai fondamentale, più di un tempo e soprattutto in un distretto ancora “giovane” come la spalla, la formazione verso i Chirurghi, principalmente quelli giovani, per garantire il miglior utilizzo di quel prodotto a garanzia del miglior esito chirurgico. La mia lunga esperienza professionale nel settore ed in particolare gli anni più recenti focalizzati sull’arto superiore mi hanno quindi permesso di creare una particolare sinergia con i Chirurghi ed una vicinanza professionale che facilita tale lavoro di formazione e la risposta alle loro esigenze.

Qual è la sfida più stimolante nel lavorare in un mercato così dinamico e innovativo come quello ortopedico?

In Italia la protesi di spalla Lima è leader di mercato da diversi anni. Il prodotto è ottimo e continua ad essere aggiornato. La concorrenza però non resta a guardare e propone soluzioni sempre più innovative soprattutto nella parte digitale. Gli stimoli vengono dalla necessità di essere costantemente preparati sulle novità, e sull’evoluzione dei prodotti. La parte più stimolante però rimane quella della formazione. Lavorare con Chirurghi giovani è coinvolgente e divertente, anche per la maggiore familiarità e duttilità che possiedono con le tecnologie emergenti.

Che cosa ti rende più orgoglioso di lavorare nel Team Lima Italy?

Collaboro con un Team composto da persone di alto valore, sia tecnico che professionale. È bello sentire di far parte di un gruppo di amici con cui condividere il lavoro, e non solo! Questa alchimia esiste anche con i Colleghi dell’Headquarters, ed è un aspetto che viene percepito anche dai Clienti che in più occasioni lo hanno evidenziato e ne sono rimasti piacevolmente coinvolti.

Cosa significa per te “restituire l’emozione del movimento, the eMotion of Motion"?

In generale è emozionante lavorare in un settore che si dedica al benessere delle persone.
In particolare, quando assisto ad un intervento, la soddisfazione per la sua buona riuscita e sapere di aver contribuito al miglioramento della qualità della vita del paziente grazie al ripristino del movimento rappresentano un’emozione che si rinnova ogni volta, come la prima volta.

Lima Italy si racconta attraverso le parole di Ivan Pellegrino, Regional Sales Manager

Quando e come hai iniziato la tua carriera in LimaCorporate?
Qual è la tua esperienza personale?

La mia esperienza in LimaCorporate comincia in maniera indiretta nel 2009, quando Lima rileva un’azienda focalizzata sul segmento della traumatologia. L’acquisizione mi ha portato, agli inizi, ad occuparmi della linea di prodotto della Fixation, che ho seguito fino al 2017 nel ruolo di Product Specialist, quindi sono entrato in Lima Italy in qualità di Sales Coordinator ed infine ho assunto il ruolo di Regional Sales Manager.
Il mio background si fonda sugli studi di infermieristica, che mi hanno formato e impegnato a livello ospedaliero con responsabilità crescenti, dalla specializzazione in sala operatoria sulla strumentazione al coordinamento del blocco operatorio di Ortopedia presso l’Ospedale di Rimini. Un’esperienza bellissima, nata un po' per curiosità e propensione, un po' per necessità, da cui mi sono allontanato perché spinto da nuovi stimoli, sempre nel mantenimento del filo conduttore dell’ortopedia. Spinto dalla ricerca di nuove sfide e nuovi stimoli, ho lasciato il mondo del lavoro nel settore pubblico e ho intrapreso una nuova strada nel privato, abbracciando un cambiamento professionale che definirei radicale, sotto molti aspetti.
Nel 2017 ho quindi assunto all’interno di Lima Italy il ruolo di Sales Coordinator per l’area, oggi ampliata, che tutt’ora gestisco. Ringrazio Lima Italy per avermi dato fiducia nel passaggio di ruolo.
Se guardo indietro, è la mia personale attitudine verso il mondo della sala operatoria e verso gli aspetti tecnici uno dei fattori ad avermi sostenuto agli inizi della mia collaborazione con Lima, sia in termini di conoscenza medica che dei dispositivi, come anche nella gestione delle risorse e nel coordinamento delle diverse attività.

Qual è il tuo ruolo in Lima Italy?
Quali sono gli aspetti caratterizzanti del tuo ruolo professionale e i fattori di maggiore rilevanza nello sviluppo della tua carriera?

Oggi ricopro in Lima Italy il ruolo di Regional Sales Manager, gestendo la mia area di competenza, che è quella del Centro-Sud. L’estensione territoriale è rilevante e caratterizzata da molte sfaccettature, come anche la Sales Force dedicata, che risulta cospicua. Questi aspetti richiedono, nel mio ruolo, una spiccata flessibilità e capacità di adattamento ai cambiamenti territoriali e un approccio differente in risposta alle differenti necessità della Forza Vendita e dei Clienti.
Anche le mie attività quotidiane sono molto variegate. Il ruolo di Sales Manager si inserisce come un cuscinetto tra l’azienda e il territorio. È un lavoro di gestione delle informazioni in entrambe le direzioni, a mio avviso molto complesso, rivolto al beneficio dell’Utilizzatore finale. Rispetto ad altri settori, il nostro presenta una sostanziosa componente collegata agli aspetti tecnici che appaiono rilevanti. Per questa ragione il mio ruolo in questo settore amplifica la parte tecnica su quella della vendita. Il lavoro di team è stato ed è per me è fondamentale, e la leadership risulta requisito necessario per trovare la soluzione più adeguata alle esigenze sia dei Clienti che dei nostri colleghi, i nostri clienti interni. Prediligo il rapporto con i Chirurghi, l’interazione e la comunicazione, per veicolare il messaggio e il prodotto Lima e ricevere i feedback, per valutare e correggere le azioni. Applico in modo omogeneo tale approccio anche con la Sales Force. Il lavoro di back office c’è, forse più in disparte.

Quanto rilevante ritieni essere lo sviluppo dell’aspetto formativo nella tua professione?

Lo ritengo un aspetto indispensabile. LimaCorporate offre strumenti formativi fondamentali collegati al management, al mondo commerciale, accanto a quelli rivolti al prodotto. Ad esempio, il master che ho svolto alla Bocconi nell’ambito della formazione manageriale per la gestione dell’area di vendita mi ha fornito importanti strumenti di accrescimento. Ritengo che la formazione sia un processo di sviluppo maturato negli anni, in cui conoscenza ed esperienza si sommano e si fondono. Il background formativo specifico è la base per ogni partenza. Accanto a questo, considerando i tanti i fattori caratterizzanti il mondo dell’ortopedia e l’elevato grado di complessità proprio di questo mondo, anche l’esperienza contribuisce a fare la differenza.

Secondo te com’è cambiato il settore ortopedico negli anni e quali sono i punti di forza di LimaCorporate nello scenario italiano attuale?

Da quando ho iniziato a lavorare nel settore medicale, più precisamente in ortopedia, ho notato come il mondo ortopedico e traumatologico abbia subito nel tempo cambiamenti interessanti e importanti. Rispetto ad altri segmenti, l’ortopedia ha subito un minor numero di cambiamenti e di innovazioni, mantenendo una forte connessione all’hardware, all’impianto protesico, lasciando agli esperti poco spazio di manovra, in una sovrapposizione di prodotti. Il cambiamento lo stiamo vivendo oggi, con il supporto tecnologico. Il booster è il mondo tecnologico. Oggi il dispositivo non è più condizione sufficiente, è necessario l’aiuto tecnologico, la robotica, la pianificazione digitale, la strumentazione legata alla tecnologia, smart tools a supporto della mano del Chirurgo. La sfida è anche il “dopo”, fuori dalla sala operatoria, dove l’azienda si pone ancora una volta al fianco del Chirurgo. LimaCorporate ha sempre avuto una forte componente innovativa, racconta una storia affascinante, dal 3D Printing alla customizzazione del prodotto. La nostra Azienda è in questo percorso, con un focus sulla digitalizzazione, per un risultato chirurgico più preciso, per la riduzione dell’errore a beneficio di chirurgo e paziente. È un percorso sempre più veloce ed è necessario essere pronti, stare al passo e dove possibile anticipare, perché oggi la strada è chiara. Determinante negli anni sarà chi riesce a stare al passo.

Quale consiglio daresti a chi vuole lavorare in ambito commerciale nel mondo dell’ortopedia e nello specifico in LimaCorporate?

Cercare di essere il più preparati possibile, cercare di formarsi il più possibile, utilizzando gli strumenti all’avanguardia messi a disposizione dall’Azienda. Conoscere la concorrenza!
Oggi, nel nostro settore e in LimaCorporate, la preparazione è un fattore chiave. Disporre di una preparazione e una competenza ottimali significa acquisire fiducia e trasmetterla al nostro Cliente. In un lavoro fatto di tanti step, superficialità e approssimazione, e mancanza di serietà, non fanno al caso.

Lima Italy si racconta attraverso le parole di Chiara Barbacini, Jr Product Manager Hip & Fixation

Quando e come hai iniziato la tua carriera in LimaCorporate?
Qual è la tua esperienza personale?


Ho iniziato la mia carriera in LimaCorporate nel 2018 con un tirocinio abbinato alla tesi di laurea magistrale in Ingegneria Biomedica focalizzato sul segmento ProMade, cioè la nostra divisione aziendale dedicata alle protesi custom stampate in 3D. L’esperienza mi ha permesso di apprezzare la realtà e le dinamiche aziendali in un settore che è in continua evoluzione e ricco di tecnologie. Dopo la laurea nel 2019 ho avuto l’opportunità di approcciarmi alla sala operatoria grazie al ruolo di Product Specialist nel Nord Est Italia, a supporto di tutti i segmenti. Questa esperienza mi ha permesso di imparare e di confermare la mia passione per l’ortopedia ed i biomateriali, nonché di interagire con le diverse figure professionali e cliniche. La passione e la dinamicità del settore mi hanno portata poi a diventare Product Manager Hip & Fixation sull’intero territorio nazionale, ruolo che ricopro dal 2021 e che sono sicura riserverà un bel percorso di crescita personale e professionale. La medicina, la sala operatoria, e l’applicazione tecnologica alla medicina sono da sempre una grande passione per me, e l’esperienza in Lima le concilia perfettamente.

Qual è il tuo ruolo in Lima Italy? Quali sono gli elementi che ritieni più importanti nel tuo lavoro?

Sono felice di poter dire che dal 2021 ricopro il ruolo di Product Manager per le linee Anca, Traumatologia e ProMade. Fondamentale per me è il rapporto che si instaura con il Chirurgo, in modo da valutare la soluzione ortopedica migliore per i pazienti. Ritengo che l’approfondita conoscenza del prodotto dal punto di vista tecnico e commerciale sia fondamentale per rispondere alle esigenze dei medici e di un mercato che è altamente dinamico.
Nel mio ruolo, ogni giorno è diverso, sebbene ci siano alcuni aspetti comuni che lo caratterizzano, come la presenza sul territorio, lo sviluppo della relazione con il Chirurgo e le Strutture Sanitarie, e la presenza in sala operatoria, a supporto dei progetti oppure delle esigenze mirate e collegate al prodotto delle linee di interesse o al servizio.
Seguo le attività marketing locali legate alla promozione del prodotto e collaboro anche con i Colleghi dell’Headquarters su progetti specifici – ad esempio lo sviluppo di strumenti e prodotti per un Centro, raccolgo informazioni dal Chirurgo per portarle alla casa madre per lo sviluppo del progetto. Altrettanto importante è il rapporto con la Forza Vendita, l’essere di supporto.
Nel mio ruolo è presente da un lato l’aspetto commerciale, dall’altro la componente più tecnica, che è parte della mia formazione e che si rivolge al perché del prodotto. A me piace spiegarlo e trasmetterlo, e di fronte ad un pubblico ibrido è possibile trasmetterlo su più livelli e tradurlo in tutti i suoi aspetti.
Sono tanti aspetti che si intrecciano, ogni giornata è diversa. Ritenendomi una persona dinamica, questa varietà mi piace!

Qual è la sfida più stimolante nel lavorare in un mercato così dinamico e innovativo come quello ortopedico?

La sfida più stimolante è sicuramente quella di avere costantemente nuove idee per riuscire ad essere un passo avanti rispetto a quanto il mercato propone, con l’obiettivo di trasmettere sempre l’eccellenza dei nostri prodotti esaltandone la tecnologia e la nostra affermata eredità culturale, indipendentemente dal periodo storico in cui ci troviamo. Un esempio che raccontiamo con orgoglio è il ProMade PoC Center, che rappresenta l’evidenza della nostra eredità e della nostra tecnologia.
Ritengo sia altrettanto stimolante e sfidante conoscere a fondo le diverse realtà territoriali e gestire la medical education, nonché instaurare e consolidare i rapporti con le figure professionali interessate, in modo tale da soddisfarne le esigenze con l’obiettivo di migliorare la qualità della vita dei pazienti. Per questo motivo, Lima è anche molto presente con un programma formativo corposo, costruito e tagliato sulle singole esigenze.

Che cosa ti rende più orgogliosa di lavorare nel Team Lima Italy?

Sono davvero felice di poter lavorare in un Team così affiatato e preparato, nonché di poter fare parte di una grande famiglia. Prima di iniziare il tirocinio, confesso di essermi sentita spaventata dal contesto aziendale. Ma l’azienda mi ha supportata con una formazione sostanziosa, e con la formazione sul campo ho potuto avvicinarmi ancora di più a questo settore che mi appassiona molto. Hanno contribuito sicuramente anche le persone con cui collaboro quotidianamente, che mi hanno fatto sentire parte di un Team. Qualsiasi sia l’esigenza, so di poter contattare un Collega e so che troverò supporto e un rapporto di amicizia, ed è una cosa bellissima, l’essere in sintonia. C’è stima professionale reciproca e la conoscenza più approfondita che ci caratterizza mi fa sentire bene, e lavorare bene. Sono piacevolmente colpita da quello che è Lima!

Cosa significa per te “restituire l’emozione del movimento, the eMotion of Motion"?

Ritorno al mio pensiero sulla medicina e sulla tecnologia. E alla parte più emotiva di me!
Quando mi sono iscritta all’Università, sapevo avrei voluto essere di supporto ai pazienti. Se non avessi potuto farlo dal punto di vista medico, sapevo lo avrei fatto dal punto di vista della tecnologia. Sentire che l’azienda ti supporta nel raggiungere questo obiettivo, è un’emozione. Restituire l’emozione del movimento è ciò che mi ha fatto innamorare di questo settore fin dal principio. È ciò che alimenta costantemente la mia passione per l’ortopedia e le tecnologie che la caratterizzano. Noi aiutiamo il Chirurgo a trattare un’ampia gamma di patologie e contribuiamo a migliorare la vita delle persone. La gioia più bella è uscire dalla sala operatoria e vedere il Chirurgo, il personale di sala e il paziente che sorridono. Si tratta di quella forte sensazione di gratitudine. Quel momento mi fa stare bene, perché almeno in piccola parte sento di aver fatto del bene, di aver contribuito al miglioramento della qualità della vita di un paziente e di aver aiutato una persona a raggiungere questo bellissimo obiettivo.