LimaCorporate

Ginocchio

Breve guida alla tua prossima artroplastica di ginocchio.

Ginocchio image
Se provi dolore al ginocchio, forse stai pensando di sottoporti a un intervento di sostituzione protesica del ginocchio.
Ti spiegheremo come funziona la tua articolazione di ginocchio e perché nel tempo si potrebbe usurare. Ovviamente, ti spiegheremo anche come vengono realizzati gli impianti protesici di ginocchio e cosa accade durante l’artroplastica.

Per maggiori informazioni sulla sostituzione dell’articolazione, visiti la nostra guida e la nostra sezione domande frequenti.
Anatomia del ginocchio Il ginocchio è un’articolazione a cerniera composta da tre ossa principali: il femore, la tibia e la rotula. Anche se esposto, il ginocchio è sufficientemente forte da sostenere l’intero corpo.

La rotula è la protuberanza che si sente quando si tocca la parte anteriore del ginocchio. È fissata sul tendine del quadricipite e termina nel tendine rotuleo. L'osso più piccolo della parte inferiore della gamba, il perone, non fa parte dell’articolazione e si sposta molto poco.

I legamenti crociati e collaterali stabilizzano l'articolazione del ginocchio, mentre i tendini e i muscoli del quadricipite la muovono. Le superfici femorali e tibiali sono coperte dalla cartilagine, che garantisce un movimento del ginocchio fluido e indolore. Tra il femore e la tibia vi sono anche i menischi. Aiutano a evitare danni disperdendo il peso corporeo e riducendo la frizione durante il movimento e le trasmissioni di carico elevate.

Patologie specifiche
del ginocchio

Artrite post-traumatica

L’artrite post-traumatica si sviluppa nel ginocchio dopo una lesione. Può essere dovuta a fratture dei condili o del piatto tibiale. Può dipendere anche da lesioni traumatiche o degenerative di:

- legamenti crociati o collaterali;
- menisco medio e/o laterale.

Come nel caso dell’osteoartrite degenerativa, l'artrite post-traumatica può svilupparsi anni dopo la frattura.

Impianti protesici del ginocchio Gli impianti di sostituzione totale del ginocchio presentano tre componenti principali: il componente femorale, il componente tibiale e il componente rotuleo.

Il componente femorale, generalmente realizzato in metallo, curva al termine del femore.
Il componente tibiale è una piattaforma metallica piatta con un inserto o uno spaziatore in polietilene.
Il componente rotuleo artificiale è realizzato in polietilene e si presenta a forma di cupola, simulando la rotula.

Se è necessario sostituire solo una parte del ginocchio, il chirurgo può usare impianti più piccoli. In questo caso si parla di sostituzione monocompartimentale di ginocchio.
Qualora la soluzione sopraindicata non abbia successo, per qualsiasi ragione, occorre effettuare una revisione con impianti più lunghi.
Artroplastica del ginocchio
  • Il chirurgo inizia l’operazione di sostituzione protesica del ginocchio accedendo anteriormente all’articolazione.
  • Una volta aperta l’articolazione del ginocchio, posiziona una guida di taglio per far sì che l’osso sia tagliato correttamente.
  • I componenti femorale e tibiale sono realizzati in metallo, mentre la rotula solitamente è realizzata in polietilene. Una sezione in plastica divide la componente femorale da quella tibiale. Nel caso in cui la parte in plastica sia soggetta a usura, il chirurgo potrà effettuare una sostituzione senza intervenire sul resto dell’impianto protesico.
  • Infine, il chirurgo ortopedico chiude l’incisione con dei punti.
disclaimer
Limacorporate S.p.A., in quanto produttore di impianti protesici, non esercita la professione medica. La scelta dell’intervento chirurgico e della tecnica più indicata è necessariamente una responsabilità del professionista sanitario. Ogni chirurgo dovrà valutare l’adeguatezza della tecnica di impianto che intende realizzare alla luce della propria preparazione, esperienza e valutazione clinica di ogni singolo paziente.
Il Suo chirurgo ortopedico ha la responsabilità di fornirLe tutte le raccomandazioni e indicazioni necessarie su come curarsi se Lei e il Suo chirurgo decidiate che la sostituzione dell’articolazione è adatta al Suo caso. Inoltre, le seguenti informazioni non rappresentano un trattato completo o esaustivo sulle specificità dell'operazione di sostituzione dell’articolazione; sulla protesi che può essere utilizzata; sulle cure da ricevere prima, durante e dopo l'operazione; o sulle potenziali complicanze associate alla chirurgia e alla Sua specifica condizione. In base alla Sua specifica condizione, alcune delle informazioni generali qui fornite potrebbero non essere valide nel Suo caso. Dovrà parlare delle specificità del Suo caso con il chirurgo responsabile. LimaCorporate non fornisce alcuna garanzia di specifici risultati, né in merito al recupero e alla riabilitazione.
ATTENZIONE: Ricordi che le informazioni contenute nel presente documento hanno esclusivamente finalità educative e non devono essere utilizzate per prendere decisioni in merito a patologie o interventi chirurgici. Ogni decisione deve essere presa con l'aiuto del chirurgo e del Suo medico curante.